Serie B, playoff: il Palermo rimonta il Frosinone, finisce 2-1 nella finale d'andata

2018-06-13 23:03:36
Pubblicato il 13 giugno 2018 alle 23:03:36
Categoria: Serie B
Autore: Marco Corradi

La finale d'andata dei playoff di Serie B (ritorno previsto il 16 giugno) regala gol e spettacolo: finisce 2-1 al ''Renzo Barbera'', col Palermo che rimonta e supera il Frosinone, centrando un'importante vittoria in casa e portandosi avanti nel doppio confronto. I ciociari, schierati da Longo con un 3-5-2 nel quale Dionisi e Ciano sono i riferimenti avanzati, partono meglio, e al 5' sono in vantaggio grazie a una rete strepitosa: proprio lo stesso Ciano scaglia un gran sinistro dai 35m sul quale Pomini non può nulla, e il Frosinone si porta così in vantaggio dopo pochi istanti. A quel punto i laziali fanno ciò che non si dovrebbe mai fare: provano a gestirsi e gestire, giocando di ripartenza contro un Palermo voglioso di rivalsa.

E così i rosanero prendono campo e coraggio, sfiorano il pari con Coronado e lo trovano al 45': La Gumina controlla e tira in una manciata di secondi, e la sua conclusione di punta spiazza Vigorito per l'1-1 provvisorio. Il copione non cambia nella ripresa, e i ragazzi di Stellone prendono ulteriormente campo, meritando la vittoria finale: la rete decisiva per il 2-1 con cui si chiuderà il match arriva all'81', e porta la sfortunata firma di un ex. Terranova, vivaio rosanero, colpisce di testa su un corner per il Palermo e trova l'autorete del vantaggio siciliano: il Palermo completa la rimonta, e sfiora anche il tris contro un Frosinone in bambola, che rischia di subire la nuova rete da Aleesami. Il terzino spara però alto, e così le squadre chiudono il match sul 2-1 per il Palermo: il Frosinone, che ha perso Paganini per infortunio, potrà rifarsi in casa, e ha dalla sua la classifica. In caso d'arrivo in parità (basta un semplice 1-0 frusinate), si andrà ai supplementari, e se il punteggio non cambierà saliranno in A i laziali per la miglior classifica. Ci attende una grande sfida, col Palermo che proverà ad attaccare per legittimare il ritorno in Serie A e Stellone che vorrà fare risultato nel suo vecchio stadio: appuntamento tra tre giorni al ''Benito Stirpe'', e ai rosanero può bastare anche il semplice pareggio.