Serie B, l'Entella alza la voce: "Inspiegabile la posizione della FIGC, siano rispettate le sentenze"

2018-10-30 19:40:03
Pubblicato il 30 ottobre 2018 alle 19:40:03
Categoria: Serie C
Autore: Matteo Pifferi

L'ultimo Consiglio Federale ha ribadito che la Serie B rimane a 19 squadre, in attesa del giudizio di merito del Consiglio di Stato previsto per il prossimo 15 novembre. Le partite di Serie C che riguardano le squadre coinvolte (Catania, Novara, Pro Vercelli, Robur Siena, Ternana, Viterbese e virtus Entella) sono ripristinate e ciò non può far altro che aumentare il caos dei campionati. La Virtus Entella, a tal proposito, ha rilasciato un comunicato ufficiale piuttosto forte.

"La Virtus Entella ribadisce, per l’ennesima volta, che esiste una decisione del Collegio di Garanzia del Coni mai ottemperata, pur essendo definitiva. E chiede per quale motivo anche la nuova governance della Figc condivida questa inspiegabile posizione che ha contraddistinto la gestione commissariale di Fabbricini. Ci preme sottolineare come le sentenze debbano essere applicate e non eluse con comportamenti dilatori. Perché ci si ostina a perpetrare questa grave ingiustizia nei confronti della nostra società? Al presidente Gabriele Gravina ricordiamo che martedì prossimo 6 novembre il Tar si pronuncerà sulla nostra richiesta di sospensiva degli incomprensibili dinieghi di Figc e Lega di B: per questo chiediamo di rinviare la gara contro il Pisa, (fissata a sorpresa dalla serie C per domenica prossima 4 novembre), a dopo il pronunciamento del Tar. Poche ore di attesa, dopo che il nostro club aspetta di vedere applicati i propri diritti dallo scorso 19 settembre". Messaggio chiaro proveniente dal club ligure che chiede la sospensione della gara contro il Pisa ed il rispetto della decisione del Collegio di Garanzia del Coni. Una partita che non è giunta alla conclusione a oltre due mesi dall'inizio dei campionati.