Serie A femminile: il commento alla 7a giornata

2018-11-20 13:11:37
Pubblicato il 20 novembre 2018 alle 13:11:37
Categoria: Calcio Femminile
Autore: Redazione Datasport

Neanche il tempo di assorbire lo strappo in vetta dello scorso turno che con il più classico dei colpi di coda la classifica della Serie A femminile si rivoluziona nuovamente nel giro di un turno: la Florentia infatti è riuscita a frenare la corsa del Milan capolista permettendo così alle inseguitrici Juventus e Fiorentina di portarsi a suon di gol sulle sue tracce (occhio al prossimo turno però in cui le seconde si sfideranno nello scontro diretto), nelle zone calde è l'Atalanta Mozzanica ad approfittare delle sconfitte delle dirette concorrenti e a guadagnare tre punti d'oro in un derby ben giocato.

OROBICA - ATALANTA 0-2 - L'Atalanta Mozzanica fa suo il derby  nel posticipo con una prestazione tutta cuore, grinta e tecnica contro un'Orobica troppo remissiva nel primo tempo, in cui viene tenuta a galla dalle grandi parate di Lia Lonni, e capace di reagire solo a giochi fatti. Le reti, una per tempo, di Giorgia Pellegrinelli, gran colpo di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato, e di Daniela Stracchi, approfittando di una difesa sguarnita con le avversarie alla ricerca del pari, sono state un minimo premio in un match in cui le nerazzurre ospiti potevano vincere con maggiore agio.
TAVAGNACCO - SASSUOLO 1-1 - Un pari che lascia un sapore agrodolce ad entrambe le squadre: le neroverdi perdono contatto con la testa della classifica dopo aver dominato a lungo la gara mentre le friulane possono gioire per il pareggio agguantato nei minuti finali ma dovranno riflettere su un primo tempo decisamente sottotono. Il Sassuolo gioca bene e si porta in vantaggio in un quarto d'ora con un gran rasoterra di Eilish McSorley su azione d'angolo, gestisce il gioco ma si fa rimontare da una ripresa gagliarda delle padrone di casa che pareggiano con un tap in di Caterina Ferin all'ultimo assalto.
ROMA - CHIEVO 7-1 - Tanto tuonò che alla piovve: la Roma di Betty Bavagnoli gioca un calcio d'attacco spettacolare e raccoglie in un'unica gara quanto seminato nelle precedenti occasioni. Ne fa le spese un Chievo Verona ordinato e pronto a rispondere alle giallorosse nella prima frazione che deve però cedere il passo alla lunga al dilagare delle avversarie. Le reti di Claudia Ciccotti con un gran pallonetto e Annamaria Serturini di potenza, inframezzate dal pari di Stefania Tarenzi con una super palombella, direzionano un match che diventa fiera del gol nella ripresa con Elisa Bartoli, Giada Greggia, Emma Lipman e Federica Di Criscio a fissare l'ampio risultato finale.
JUVENTUS - BARI 5-0 - La Juventus ritrova i tre punti offrendo allo stesso tempo una prestazione convincente al cospetto dei propri tifosi. Troppo timido il Bari in trasferta per poter opporre resistenza alle campionesse in carica. Match sbloccato da Aurora Galli su calcio di rigore dopo meno di un quarto d'ora e gara in discesa quando Barbara Bonansea realizza il raddoppio pochi minuti dopo con un gran tiro a giro dalla distanza. Con il dominio totale del campo a disposizione le bianconere si divertono e realizzano altre tre reti con Arianna Caruso, rete fortunosa con la complicità del portiere ospita, Cristana Girelli, in tap in dopo la respinta del portiere sul tiro ravvicinato di Valentina Cernoia, e Sara Gama, nella ripresa in seguito ad una mischia in area.
VERONA - FIORENTINA 2-6 - Viola in grande spolvero a Verona dove dopo aver faticato per mezz'ora per trovare il bandolo della matassa districata dalle gialloblu realizzano sei reti che permettono loro di avere una bella vista sul primo posto in virtù del match di campionato da recuperare (con il Pink Bari, ndr). La Fiorentina spinge da subito con Alia Guagni e Lana Clelland molto ispirate e sbloccano il match proprio con l'attaccante scozzese per poi aumentare il proprio vantaggio grazie a Ilaria Mauro, Valery Vigilucci e Tatiana Bonetti. L'ingresso in campo di Sara Baldi scombina i piani di un match che sembrava segnato: l'attaccante scaligera approfitta di una difesa disattenta per riaprire la gara e propiziare la seconda rete firmata da Laura Rus. Ci pensa Lana Clelland a chiudere i conti firmando la sua personale tripletta e portare i tre punti a Firenze.

FLORENTIA - MILAN 1-1 - Continua a sorprendere la Florentia capace di issarsi da neopromossa fino a metà classifica e ora di fermare un lanciatissimo Milan. Protagoniste per le toscane Chiara Marchitelli, al rientro da un pesante infortunio, e autrice di diverse parate che risulteranno decisive per il risultato finale, e Deborah Salvatori Rinaldi, bomber della formazione alla sua quarta rete in campionato. Le rossonere si sono confermate formazione solida e cinica ma in questa occasione non è bastata la rete di Valentina Bergamaschi, anche lei rientrante dopo otto mesi di infortunio, per fare bottino pieno e continuare spedite in campionato.

 

CLASSIFICA – Milan 17 pt, Juventus 16 pt, Fiorentina 15 pt (*), Sassuolo 12 pt, Florentia 11 pt, Roma 10 pt, Tavagnacco 8 pt, Verona, Atalanta Mozzanica e Chievo 7 pt, Orobica e Bari (*) 3 pt.

(*) una partita in meno