Pallanuoto, inizia la nuova stagione della Sport Management

2018-09-07 14:18:00
Pubblicato il 7 settembre 2018 alle 14:18:00
Categoria: Pallanuoto
Autore: Piergiuseppe Pinto

Un solo obiettivo: alzare l'asticella. Questo l'imperativo per la Sport Management, che si prepara alla stagione pallanotistica 2018/2019 con tante notivà, ma tanta voglia di continuare a stupire e migliorare. Durante la presentazione alle Piscine Manara di Busto Arsizio, ora sede ufficiale dei Mastini, è stato fatto passare un messaggio: ambire ad obiettivi più importanti. Migliorare il terzo posto e la finale di LEN Euro Cup della scorsa stagione non sarà facile, anche alla luce dei cambi nella rosa: fuori Valentino Gallo, Pietro Figlioli e Fabio Baraldi, dentro tanti giovani (Jacopo Alesiani e Lorenzo Bruni su tutti).

Un nuovo ciclo, come sottolineato dal presidente Sergio Tosi: "Una mattinata importante, perché è il primo segno di questo nuovo corso, nuovo da tanti punti di vista. Ringrazio i giocatori che ci hanno lasciato, sono arrivati dei giovani ma già protagonisti con l'Italia. Sono giovani solo dal punto di vista anagrafico, e provengono da altre squadre che hanno fatto la Serie A1 e la Champions League, gente di piena affidabilità. Dopo la partita con il Ferencvaros ho ammesso che si è chiuso un ciclo. Ora se ne apre un altro con questi giovani. Proviamo a lavorare su giocatori di nostra proprietà e cercare nei prossimi due tre anni, se possibile, di competere per obiettivi ancora più importanti. L'anno scorso era la finale di LEN Euro Cup. Nei prossimi tre anni rafforzeremo il settore giovanile, cercando di avere una squadra di livello".

Presenti anche il Sindaco di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli, e l'assessore Gigi Farioli: "Un benvenuto a tutti i nuovi ragazzi - dice il primo cittadino - spero si trovino bene qui. Molti giocatori, quando l'hanno lasciata, lo hanno fatto con dispiacere. In bocca al lupo per i prossimi impegni". Più poetico il commento di Farioli: "Busto che entra a far parte del nome della Sport Management è un sigillo sacrale, un collegamento con i centri giovanili. Sono orgoglioso di aver avuto la grazia di essere stato Sindaco nel momento questa società vinse ed ottenne la possibilità di ospitare la finale di Euro Cup". A presentare la nuova squadra e i nuovi arrivi, subito dopo l'allenamento, è stato il nuovo capitano dei Mastini dopo l'addio di Pietro Figlioli e Valentino Gallo: Stefano Luongo, 27 anni e con in testa la calottina numero 10.

Presente anche l'allenatore della Sport Management, confermato per la prossima stagione: Marco "Gu" Baldineti: "Il presidente ha spiegato la situazione. E' una squadra giovane ma abituata a lottare per altri traguardi. Il più "vecchio" è Stefano Luongo che ha 27 anni. Sarà una grande occasione per tutti noi: saranno i punti di forza di questo team. Sono soddisfatto, stiamo lavorando bene, penso che partire a luci spente e con pochi favori sia un bene. Soche faremo un ottimo campionato, ne sono convinto. I nostri punti di forza sono la voglia di arrivare, tutti questi ragazzi hanno davanti un grande futuro, è tutto nelle loro mani. Ieri l'ho detto a loro: non è solo quanto possiamo migliorare come squadra, ma anche dal punto di vista individuale. Possiamo contare sulla crescita di ognuno di loro".

Il tecnico si è poi soffermato su aspetti più tattici legati a questi primi giorni ai microfoni di Datasport: "Senza utilizzare le solite frasi scontate, mi ha stupito la disponibilità, la voglia di fare bene, il sacrificio e l'entusiasmo di tutti. Abbiamo lavorato duramente e non ho sentito nessuna lamentela da parte dei nuovi. Abbiamo lavorato molto sulle superiorità numeriche, contro il Ferencvaros siamo riusciti a limitare i danni. Gli schemi vanno bene, ma bisogna trovare gli automatismi, sapere gli spostamenti, come un giocatore o come io voglio la palla. Per recepire queste cose ci può volere anche un anno". Ma promette: "La vera Sport Management si vedrà a dicembre".