Olimpiadi invernali, Innerhofer: "Non c'è molta atmosfera dei giochi qui a Jeongseon"

2018-02-06 19:48:22
Pubblicato il 6 febbraio 2018 alle 19:48:22
Categoria: Sci
Autore: Francesco Cazzaniga

Da qualche giorno la squadra della velocità azzurra si è insediata a Jeongseon, cittadina turistica che ospita gli atleti azzurri per le Olimpiadi. La situazione è calma, come dice Innerhofer: "La situazione qui è buona, siamo tranquilli. Noi abbiamo l'albergo proprio dove parte la funivia della pista olimpica, si sta bene, si mangia bene. Non possiamo lamentarci". La città dista un'oretta da PyeongChang, forse un po' troppo per respirare l'atmosfera delle olimpiadi: "Nel villaggio non ci andremo proprio -spiega Innerhofer-, perché è troppo lontano, e questo è davvero un peccato perché è lì che davvero vivi l'atmosfera olimpica. Qua è un po' come una gara normale di Coppa del Mondo. Il clima olimpico si respira un po' poco e di neve non ce n'è, se non in pista".

Poi il nostro sciatore analizza le condizioni della pista: "La pista è quella che è. Ho appena rivisto il video della gara di due anni fa, bisogna essere bravi a lavorare il terreno e i salti, e direi che non sono proprio il mio punto forte. Le piste qui sono tutte con medie pendenze, per dirla in modo gentile, altrimenti potrei dire che è una pista piatta. In particolare la prima metà ha almeno una media pendenza, la seconda metà proprio no. In sintesi: a me piacciono le piste in cui si scende come se fossi in moto. Qui si deve scendere come su una macchina. Non consente pieghe, carving, inclinazione, ma c'è bisogno di tanta scorrevolezza".