Ferrari, Raikkonen: "Nel 2016 alla pari con le Mercedes"

2015-11-26 12:48:51
Pubblicato il 26 novembre 2015 alle 12:48:51
Categoria: Formula 1
Autore: Redazione educooopedia.info

Cala il sipario sul mondiale di Formula 1 col gran premio di Abu Dhabi, l'ultimo della stagione, e il pensiero è già al 2016. Kimi Raikkonen, due podi con la Ferrari nel 2015 nelle gare in Bahrain e a Singapore, dice in conferenza stampa alla vigilia della gara sul circuito di Yas Marina: "E' stato un anno nella media. Meglio dell'anno scorso ma non certo ideale. Fa parte della vita, il prossimo anno faremo di sicuro dei passi avanti".

L'obiettivo della prossima stagione è quello di lottare alla pari con le Mercedes: "Ovviamente quest'anno è stato molto migliore per il team rispetto a quello passato. E' evidente da ogni punto di visto. L'obiettivo è sempre quello di arrivare davanti. Come ha detto il team principal Arrivabene la speranza è quella di lottare ad armi pari con la Mercedes, ma è comunque il fine di tutte le scuderie. Sono fiducioso per il lavoro che stanno facendo in fabbrica sulla nuova monoposto: già dai primi test vedremo certamente delle indicazioni positive".

In questo mondiale Raikkonen ha fatto decisamente meglio rispetto al 2014 centrando due podi, il secondo posto in Bahrain e il terzo a Singapore, anche se 'Ice-Man' spiega: "Il secondo posto in Bahrain è stato il mio miglior risultato anche se non abbiamo lavorato diversamente rispetto a tutti gli altri weekend. Sono soddisfatto dei passi avanti fatti in questa stagione. Sono convinto che possiamo migliorare tanto, l'anno prossimo sarà una bella sfida e spero di poter lottare in ogni gara per le posizioni di vertice".

In chiusura, alla domanda di un cronista se si sente di fare una promessa ai tifosi della Ferrari per il 2016, Raikkonen ha risposto con la tradizionale freddezza: "Faremo del nostro meglio, speriamo sia sufficiente per lottare per il campionato. La strada imboccata è quella giusta, dobbiamo continuare a lavorare. Possiamo promettere tante cose ma è inutile fare proclami: ribadisco che daremo tutti il 100% per provare a lottare per il titolo".