Europa League: disastro Lazio, biancocelesti ko 4-1 ed eliminati

2018-04-12 23:21:33
Pubblicato il 12 aprile 2018 alle 23:21:33
Categoria: Europa League
Autore: Piergiuseppe Pinto

Lazio clamorosamente eliminata dall'Europa League: sembrava tutto facile per i biancocelesti nella gara di ritorno dei quarti dopo il momentaneo vantaggio di Immobile, ma il Salisburgo rimonta e il 4-1 finale premia gli austriaci. A segno Dabbur (56'), Haidara (72'), Hwang (74') e Lainer (76'). I biancocelesti gestiscono bene il primo tempo e affondano a inizio ripresa col solito gol, al 55', di Immobile (reo però di due errori sottoporta in precedenza): sul più bello però una palese stanchezza fisica aggiunta ad errori dei singoli (Strakosha e il reparto difensivo su tutti) condannano Inzaghi. Gli austriaci dopo un'opaca prima frazione escono alla distanza: Lainer conferma la buona prova dell'Olimpico, ottima gara anche di Haidara  Hwang. Macchinoso il reparto difensivo che consente a Immobile Luis Alberto di presentarsi a più riprese a tu per tu con Walke

Inzaghi non è escluso da colpe sul naufragio generale: imposta bene la partita ma il deficit nella condizione fisica di molti singoli è palese e non arginato dalle scelte del tecnico. Non irreprensibile invece l'impostazione della partita del collega Rose: la difesa alta regala occasioni alla Lazio, la manovra offensiva per quasi un'ora è lenta e non porta pericoli alla porta di Strakosha fino alla riscossa nella mezz'ora finale. Conduzione di partita 'all'inglese' di Skomina, unico dubbio sul fallo di mano di De Vrij non sanzionato in area di rigore. Nel weekend la Lazio è attesa dal derby capitolino di fondamentale importanza nella corsa alla Champions League, il Salisburgo dalla trasferta sul campo dell'Admira.
Il Salisburgo si conferma così la bestia nera della Lazio: su quattro confronti, tre vittorie degli austriaci, che si erano imposti nell'Europa League 2008/2009 per 2-1 sia all'andata all'Olimpico che al ritorno. Bilancio a favore dei padroni di casa anche per quanto riguarda i gol, 10 contro 7. E' solo la quarta vittoria in 14 partite per il Salisburgo contro le italiane (oltre alle 3 con la Lazio, anche quella con l'Udinese nella Coppa Uefa del 2003), ma è preziosissima, perché vale la semifinale. I biancocelesti, invece, sono ora in equilibrio nei match contro le austriache: in 8 partite, successi e 4 ko. Il Salisburgo si conferma squadra tosta: il ko con la Lazio all'Olimpico, cancellato da questo 4-1, è stato l'unico in 20 partite europee, e per di più ininfluente.