Champions League, steccano le grandi: Real ko, Bayern fermato sull'1-1

2018-10-02 23:07:00
Pubblicato il 2 ottobre 2018 alle 23:07:00
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Piergiuseppe Pinto

Steccano le grandi nella prima giornata del secondo turno di Champions League. Il risultato più clamoroso è l'1-0 con cui il CSKA Mosca batte il Real Madrid nel girone della RomaVlasic condanna i blancos, imprecisi, sfortunati e privi di numerosi titolari. Anche in Germania, però, arriva una sorpresa: il Bayern di Kovac non va oltre l'1-1 con l'Ajax, più volte vicino al clamoroso successo in Baviera. Nel girone della Juventus, è pareggio per 0-0 tra Manchester United Valencia: i bianconeri sono già primi in solitaria a quota 6.

Clamoroso al Luzhniki: come al Mondiale, lo scontro tra la Russia e la Spagna va ai padroni di casa, perché il CSKA resiste dopo la rete di Vlasic e batte 1-0 i tricampioni d'Europa in carica. Gol che arriva dopo 75 secondi a causa di un errore in disimpegno di Kroos: ne approfitta il centrocampista e batte Navas. I blancos colpiscono tre legni con CasemiroBenzema Mariano Diaz, ma non sfondano. Nel finale, espulso Akinfeev, che salterà la Roma: il portiere russo ottiene appena il secondo clean sheet in 47 partite di Champions. Incredibile ko per il Real, e incredibile quanto accade in classifica: il CSKA sale in vetta al girone a quota 4 e si prepara nel migliore dei modi al doppio confronto con i giallorossi (andata all'Olimpico il 23 ottobre). Sorpresa anche a Monaco: il Bayern viene fermato sull'1-1 dall'Ajax, primo nel girone insieme ai tedeschi. Al gol di testa di Hummels dopo appena 4 minuti risponde la rete di Mazraoui al 22'. I tedeschi insistono, ma sono gli olandesi ad andare più vicini al gol soprattutto con Neres Tadic nella ripresa: serve Neuer per evitare un clamoroso ko.

Nel girone della Juventus, finisce 0-0 tra Manchester United Valencia: ad Old Trafford, Mourinho non sfonda anche grazie alle parate dell'ex bianconero Neto, che mura Lukaku, impreciso soprattutto nel finale. Spettacolo, invece, ad Atene: il Benfica vince 3-2 in inferiorità numerica nonostante la rimonta sfiorata dall'AEK. Lusitani avanti 2-0 con Seferovic Grimaldo, poi Dias si fa espellere nel recupero e nella ripresa Klonaridis firma una doppietta che vale il momentaneo 2-2, prima del gol al 74' del neoentrato Semedo. Rimonta completata, invece, dal Lione, che sotto 0-2 contro lo Shakhtar in casa (doppietta di Moraes), pareggia 2-2 in due minuti con le reti di Dembele Dubois, salendo in vetta alla classifica a quota 4, a +1 sul Manchester City.