Boxe, Mike Tyson dal ring al virtual gaming: tutte le versioni del campione

Pubblicato il 5 luglio 2018 alle 09:30:34
Categoria: Boxe
Autore: Piergiuseppe Pinto

Si scrive Boxe, si legge Mike Tyson. Il pugile, che lo scorso 30 giugno ha compiuto 52 anni, è stato il più giovane campione del mondo di pesi massimi di sempre, e la sua carriera, tra allontanamenti e riprese varie, si estende dal 1985 al 2005. Ha vinto il titolo WBC a soli 20 anni, ed ha perso il suo primo incontro soltanto nel 1990 (). Una vera e propria leggenda, uno dei più grandi pugili di sempre, come riconosciutogli dalla ESPN, l'International Bo Hall of Fame e la World Bo Hall of Fame. Un personaggio dalla tale influenza sull'immaginario collettivo da influenzare il cinema: "Tyson" è del 1995 e l'autobiografia del 2017, e compare anche in film comici come "Una notte da leoni" e "Scary Movie". Appare anche in un episodio della fortunata sitcom "How I met your mother", ed ha partecipato allo show musicale Lip Sync Battle.

Un pugile che ha anche fatto la sua comparsa nel mondo dei videogiochi (naturalmente nella categoria picchiaduro) e, da oggi, ne avrà addirittura uno personale. Tra i virtual sports di Snaitech, uno dei più importanti concessionari per la gestione dei giochi autorizzati in italia, infatti, dal 16 aprile comparirà anche il Mike Tyson Virtual Bo. Sul monitor dell'agenzia così come sui vari computer, tablet e smartphone, si potrà giocare sui match che metteranno di fronte i vari pugili e il campione, proprio Mike Tyson. Nei cinque giochi diversi previsti, l'ex campione del mondo dei pesi massimi non può perdere, ma si può giocare al massimo sul pareggio o, cosa più importante, sul tempo di resistenza del suo avversario, con fasce da 10 secondi ciascuna sulle quali scommettere. Le scommesse saranno agevolate grazie a alle statistiche relative ai due pugili. Un modo per vedere, seppur virtualmente, uno dei più grandi sportivi del ventesimo secolo all'opera.