Boxe: il 19 maggio Boschiero all’assalto dell’UE

2018-05-15 19:35:30
Pubblicato il 15 maggio 2018 alle 19:35:30
Categoria: Boxe
Autore: Redazione Datasport

Per gli appassionati della Lombardia e dintorni, l’appuntamento della Opi Since ’82 fissato per sabato 19 maggio, firmato da Alex Cherchi è imperdibile. Basterebbe il clou, ovvero l’assalto dell’inossidabile Devis Boschiero (45-5-1), vecchietto terribile di 36 anni, professionista dal 2004, alla cintura UE superpiuma. Boschiero è dal 2016 in serie positiva con sei successi e sembra aver ritrovato gli stimoli che tra il 2010 e il 2014 ne fecero uno dei migliori superpiuma in assoluto. In quel periodo oltre al titolo europeo, avrebbe meritato la cintura iridata WBC, sul ring di Yoyogi alla periferia di Tokyo, essendosi dimostrato superiore ad Ao, che una giuria in malafede premiò ai danni del vero vincitore, il ragazzo veneto Devis Boschiero. A distanza di 10 anni, l’allievo di Gino Freo, riprova a riprendersi la cintura dell’Unione Europea che detenne nel 2008 e lasciò per l’opportunità iridata. I Cherchi gli hanno offerto la possibilità di combattere davanti al pubblico amico del Principe, la bomboniera milanese che dalla fine del 2014, offre boxe dopo un silenzio lunghissimo. L’odierno appuntamento è uno dei più stuzzicanti, non solo per la sfida dell’Unione Europea, ma anche per la presenza di tanti beniamini del pubblico come Prodan, Esposito e Merafina, la prima volta del superwelter Orlando Fiordigiglio (27-2), passato alla scuderia dei Cherchi e deciso a conquistare quel titolo europeo sfiorato due volte. Prima volta anche per Marzio Franscella (2), 29 anni, supermedio svizzero con radici italiane, all’esame del pubblico meneghino.

Questo il programma di una serata che merita il tutto esaurito. Prima di tutto per incoraggiare Boschiero che non ha certo un compito facile, sulla carta assai problemmatico. Il campione in carica è un belga d’importazione, Faroukh Kourbanov, 26 anni, nato a Bishkek in Kyrgystan, dove ha svolto l’attività dilettantistica, senza risultati di rilievo. Nel 2012 si trasferisce in Belgio, grazie all’invito di un connazionale che pratica pugilato. Debutta l’anno dopo a Verviers, inaugurando una striscia vincente di 15 vittorie , tra le quali spicca la conquista della cintura UE sul ring di Helsinki in Finlandia, battendo il locale Petteri Frojdholm (11-1) con verdetto a maggioranza. Successo importante, che riporta in Belgio la cintura europea minore. Lo scorso ottobre prima difesa casalinga contro il modesto Hakim Ben Ali (19-5) che batte ai punti dopo un match non esaltante. La caratteristica del campione è la carica aggressiva e il ritmo che impone, senza essere un picchiatore, cerca di sfiancare l’avversario tenendo l’iniziativa. Per Boschiero potrebbe essere l’avversario ideale, essendo il padovano un buon rimessista. Il punto interrogativo riguarda l’autonomia sulle 12 riprese, visto che Boschiero ha 36 anni. L’interessato assicura che la condizione atletica è perfetta e quindi i 10 round non costituiscono un problema. “Da quasi un mese mi preparo per questo incontro, dedicando tutto il tempo a raggiungere la condizione perfetta per l’impegno del 19 maggio al Principe.. Il mio maestro ha visto i filmati del campione e mi spiegato la tattica da mettere in atto. Ho uno staff che cura ogni particolare, sia per l’alimentazione che il potenziamento atletico. Da anni non stavo così bene. Ho combattuto con criterio per arrivare nella migliore condizione per una cintura che non è il traguardo definitivo, ma quello di una ripartenza verso l’europeo assoluto. Non sottovaluto Kourbanov ma ho fiducia nei miei mezzi. Per questo salirò sul ring deciso a scenderlo con la cintura UE”. Il resto del programma non è da meno, ma di questo ne parleremo nel prossimo articolo. I biglietti sono in vendita presso la Opi Gym in Corso di Porta Romana, 116 (Tel.02.89452029) e presso la Glorious Fight Gym in Via Solari, 56 (Tel. 02.836480003). I biglietti: 40 euro per il bordo ring, 25 euro la balconata.

Articolo scritto da Giuliano Orlando