Napoli, Sarri: "Callejon, Milik e Mertens possono giocare insieme"

Pubblicato il 12 settembre 2017 alle 22:23:07
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Piergiuseppe Pinto

“È una possibilità. Callejon, Milik e Mertens possono giocare insieme". Sarri apre così la conferenza stampa prima della partita in Ucraina contro lo Shakhtar Donetsk in Champions League, a Khirkiv, rispondendo alla domanda sul turno di riposo ad Insigne. Il tecnico toscano è noto per la sua scarsa predisposizione al turn over, ma Hasmik sembra essere un punto fermo ed insostituibile, nonostante i malesseri espressi dall’agente del calciatore.

Ancora un esordio in Ucraina per i partenopei, che nella scorsa stagione affrontarono la Dinamo Kiev vincendo con doppietta dell'esordiente Milik. Sarri non nasconde le difficoltà che il Napoli potrebbe incontrare dal punto di vista tattico: "E' una squadra forte, poco conosciuta in Italia ma abituata a fare la partita. Ha giocatori offensivi molto tecnici ed è abituata ad attaccare con molti giocatori, anche coi terzini. Ci creerà molte difficoltà perché dovremo difendere bassi. Certo avremo anche noi le nostre occasioni e dovremo essere bravi a sfruttarle. E' una sfida difficile contro una squadra meno fisica della Dinamo Kiev, ma molto più tecnica". A chi gli chiede dei problemi di inizio stagione del Napoli risponde: "Abbiamo trovato più solidità difensiva nei momenti di sofferenza, poi con la qualità offensiva se passiamo indenni la bufera andiamo a fare il risultato. Ma il nostro obiettivo è dominare le partite dall'inizio alla fine" - e aggiunge - "Il calendario non aiuta, ma non è quello il problema. Per tre mesi però siamo impossibilitati ad allenarci bene, così com'è pensato è folle". 

Spazio anche per la questione Hamsik, le continue sostituzioni dello slovacco hanno indispettito l'agente del calciatore, ma Sarri ribadisce il concetto espresso nei giorni scorsi: "Per me è insostituibile. Ha delle caratteristiche che non ha nessuno degli altri centrocampisti nostri. Questo è il motivo per cui esce in tutte le partite, per farlo riposare parzialmente e averlo sempre a disposizione. Quando è poco brillante lo supporto sempre di più perché così mi darà il 101% quando starà bene".

Blue Finance Forbes