Liga: il Real non passa al San Mamés, il Barcellona sbatte contro il Celta Vigo

Pubblicato il 2 dicembre 2017 alle 23:16:58
Categoria: Notizie Liga
Autore: Marco Santoni

credit foto: imagephotoagency.it

Il Real Madrid stregato dal San Mamés non riesce ad andare oltre lo 0 a 0 contro l’Athletic Bilbao. I Merengues restano così a -8 dalla vetta. Il Barcellona esce con un solo punto anche dal Camp Nou nell'anticipo della 14esima giornata di Liga. Merito del Celta Vigo, capace di strappare uno storico 2-2. Ne approfitta l'Atletico Madrid che, in rimonta, supera 2-1 la Real Sociedad al Wanda Metropolitano e si porta al terzo posto solitario.BARCELLONA-CELTA VIGOIl Barcellona, capolista e ancora imbattuto in questa Liga, ospita al Camp Nou il Celta Vigo che si trova a ridosso della zona Europa. Inizio di partita con ritmi molto compassati, i blaugrana si fanno vedere in avanti solo con il lampo di Messi al 6' minuto che con la sua solita serpentina semina il panico tra la difesa ospite ma il suo mancino viene deviato in corner. Il Barcellona cerca lo spazio giusto con un giro palla molto ragionato in attesa di colpire il Celta che si chiude molto bene in difesa. Al 20' però sono gli ospiti a trovare il clamoroso vantaggio con l'ottavo centro in campionato di Iago Aspas che su una ripartenza micidiale, dopo un fantastico riflesso di Ter Stegen sul tiro di Maxi Gomez, sulla ribattuta mette in rete di testa. Il Camp Nou è gelato, ma dopo neanche due minuti arriva il pareggio di Messi che sfrutta il buco di Cabral, che rimane sorpreso dal velo involontario di Suarez, e con il mancino non perdona Blanco. Il Barcellona adesso prende coraggio e cerca di completare la rimonta con il Celta che appare meno intraprendente dei primi minuti. Ancora protagonista il numero 10 argentino che al 31' centra il palo esterno con un tocco morbidissimo vicino alla linea di fondo. Il raddoppio è nell'aria, i bluagrana adesso dominano e la difesa galiziana è in evidente affanno. Blanco però al 36' tiene ancora in vita i suoi compiendo un miracolo sul colpo di testa a botta sicura di Paulinho su cross al bacio di Rakitic. Questo l'ultimo brivido della prima frazione che si chiude sul punteggio di 1-1 con i padroni di casa che dopo un inizio a rilento hanno cominciato a dettare il loro calcio ma devono stare attenti alle pericolose ripartenze del Celta.

La prima occasione della ripresa è ancora di Paulinho che al 48' dopo una grande percussione in area e aver aggirato Blanco spara sull'esterno della reta a porta vuota. Il pubblico di casa, visto il momento difficile della loro squadra, prova a caricare i suoi giocatori che faticano davanti a un avversario che è messo molto bene in campo da Unzue. Al 62' arriva però il raddoppio di Suarez con un'azione da manuale: la solita palla geniale di Messi vede il taglio di Jordi Alba che crossa al centro per il Pistolero che da due passi non sbaglia. Ancora una clamorosa chance per il Barcellona con l'incornata di Messi che viene respinta sulla linea dall'ennesima parata di Blanco. I catalani sembrano essersi finalmente sbloccati e il Celta sta rischiando il colpo del ko. Come nel primo tempo però nel momento migliore dei padroni di casa arriva la rete dei galiziani con Maxi Gomez che sull'assist di Iago Aspas fulmina con un destro potente Ter Stegen per il 2-2. L'assalto finale del Barcellona che ha ancora tre colossali occasioni con Paulinho, Pique e Messi non riesce a evitare il secondo pareggio consecutivo interrompendo così una striscia di 18 successi di fila in campionato al Camp Nou. Grande merito va alla prova del Celta Vigo che strappa un punto preziosissimo e obbliga i blaugrana a rallentare con il Valencia che domani, vincendo a Getafe, può accorciare a -2 in una Liga che resta ancora apertissima.

ATLETICO MADRID-REAL SOCIEDADUn'occasione da cogliere al volo. Il pareggio del Barcellona contro il Celta Vigo nell'anticipo della 14esima giornata dà ulteriori stimoli all'Atletico Madrid del Cholo Simeone che, al Wanda Metropolitano, riceve la visita della Real Sociedad. I Colchoneros faticano ad entrare in ritmo e le prime vere occasioni capitano agli ospiti: al 15' William José sfrutta un erroraccio di Thomas e, a tu per tu con Oblak, spedisce incredibilmente alto sopra la traversa. Al 27' i baschi concretizzano la propria supremazia territoriale con il gol del vantaggio. Oblak esce a valanga sui piedi di Oyarzabal e l'arbitro fischia il calcio di rigore. Dagli 11 metri William José porta avanti i suoi con il gol che spezza l'impasse. La replica dell'Atletico passa dai piedi di Correa, ma Rulli è bravissimo a dirgli di no in chiusura di primo tempo. Ad inizio ripresa gli uomini di Simeone entrano in campo con ben altro piglio e dopo 5 minuti Correa si divora il gol del pareggio calciando in curva a porta completamente vuota. Spinge l'Atletico che al 63' trova il gol del pareggio con Filipe Luis. Il brasiliano raccoglie il cross di Saul e fulmina in diagonale Rulli con una conclusione imparabile. I padroni di casa si riversano tutti nella trequarti ospite, costringendo la squadra di Sacristan ad arroccarsi in difesa per poi provare a ripartire in contropiede. All'87' l'Atletico completa la rimonta con Griezmann che, sul secondo palo, devia in rete il tiro-cross di Saul per il gol del 2-1 che fa impazzire il Wanda Metropolitano. Grazie a questo successo l'Atletico sale al terzo posto, a -1 dal Valencia e a -6 dal Barcellona.

ATHLETIC BILBAO-REAL MADRIDIl Real Madrid si fa stregare dal San Mamés. Nell'anticipo serale di Liga i ragazzi di Zidane non vanno oltre lo 0 a 0 contro l'Athletic Bilbao. Partono bene i Merengues, che fin dall'inizio provano a fare la partita imponendo il loro ritmo. All'8' Benzema centra il palo con un gran tiro. Ronaldo impegna al 17' Arrizabalaga, che si fa trovare pronto su una conclusione da fuori. Rispondono però i padroni di casa che al 28' hanno una buona occasione con un tiro di Williams ma Navas è attento e devia in angolo. La partita sale di intensità e i Blancos attaccano con regolarità. Al 31' Kroos spreca un'ottima chance per il vantaggio e anche Ronaldo, sei minuti dopo, non riesce a ribadire in rete un gran cross. Nel primo minuto di recupero Varane devia di testa un cross a due passi dal portiere ma la difesa dell'Athletic riesce clamorosamente a respingere sulla linea di porta. La prima frazione si chiude così a reti inviolate. In apertura di secondo tempo il primo brivido lo regalano i padroni di casa che al 49' con Aduriz impegna Navas con un bel tiro da fuori area. I baschi hanno decisamente un altro piglio e non si fanno più schiacciare e anzi prendono le redini del gioco con buone incursioni che però non riescono a capitalizzare. Al 72' il Real rialza la testa grazie a Ronaldo che raccoglie un pallone al limite dell'area e scheggia la base del palo con un siluro rasoterra. Da qui i Blancos si portano con regolarità nell'area dei padroni di casa. Ronaldo al 85' ci prova con un colpo di testa ma la sua conclusione è troppo centrale. All'86' però Sergio Ramos lascia in 10 i suoi. Secondo giallo per il capitano che deve lasciare il campo. Il finale è tutto dell' Athletic che approfitta della superiorità numerica e cerca di portare a casa grazie anche a un San Mamés diventato una bolgia. Al 94' però l'arbitro fischia la fine, non si va oltre lo 0-0. Il Real ora è quarto, a -8 dal Barcellona capolista.


best-cooler.reviews

www.profshina.kiev.ua

agroxy.com