FIGC, Tommasi: "Mi faccio da parte solo per un ex calciatore"

2018-01-10 19:00:52
Pubblicato il 10 gennaio 2018 alle 19:00:52
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Danilo Supino

Prosegue il giro di dichiarazioni riguardo alle elezioni del prossimo presidente della FIGC. Al termine della presentazione della nuova Colleazione Calciatori Panini 2017-18, Damiano Tommasi conferma la sua intenzione di candidarsi, lasciando la porta aperta ad un passo indietro solo in un caso: "Se si riuscisse a convergere su un nome unitario, esterno all'attuale consiglio federale, sono il primo a convergere. Se si trattasse di un ex calciatore, è inutile chiedercelo, credo che sia quello che ci vuole". 

''Ho chiesto la possibilità di presentare il mio programma all'Assemblea della Lega Calcio. Non so se avrò la possibilità di parlare, ma se non sarà così di sicuro ci sarà tempo di farlo nelle prossime settimane. Non so se la Lega prenderà delle decisioni, ma ha il diritto di esprimere il suo parere. Non so se ci riuscirà e come. Noi andiamo avanti e cercheremo di portare delle proposte e delle soluzioni per una Federazioni che in questo momento storico ha bisogno di decisioni diverse da quelle che sono state fatte''.

Su Totti e Buffon in FIGC: "Credo che per il prossimo presidente federale sia doveroso coinvolgere chi ha vestito la maglia azzurra per tanto tempo. Loro si sentono stimolati e credo sia doveroso portare quelle persone per riportare al centro della nostra attività il progetto sportivo. La prima cosa da fare dipenderà da come si arriverà alle elezioni e poi come se ne uscirà".

Bozze di programma di Tommasi: "Sicuramente rimettere mano al progetto sportivo è la prima cosa, la ristrutturazione del club Italia e avanzare con il progetto delle seconde squadre convocando al tavolo chi è interessato per capire come inserirle nei campionati professionistici. Poi le altre decisioni sul lato sportivo, convincendo le parti interessante e parliamo di centri federali, delle società sul territorio".