F1, Gp Gran Bretagna: le pagelle

2018-07-08 18:33:15
Pubblicato il 8 luglio 2018 alle 18:33:15
Categoria: Formula 1
Autore: Matteo Novembrini

 

 

Sebastian Vettel 10E' il primo uomo a sconfiggere Lewis a Silverstone da quando è iniziata l'era ibrida. Un occhiolino a chi dice che sbaglia troppo, che sa vincere solo se va in testa da subito. Studia Bottas per qualche giro poi lo infila con una staccata da paura alla Brooklands, per prendersi una vittoria dai tanti significati. E questa Ferrari fa veramente venire l'acquolina in bocca.

Lewis Hamilton 9Da urlo per tutto il fine settimana tranne che al via, dove la sua domenica cambia definitivamente faccia. Una sconfitta da digerire male, perchè a casa sua e su una pista che tra caratteristiche e gomme lui e Mercedes “dovevano” vincere. Ma la battaglia è ancora lunga e lui lo sa.

Max Verstappen 9Fuori per noie ai freni e poi problemi al cambio, ma fa comunque in tempo a regalare una perla di automobilismo: che sorpasso quello all'esterno su Kimi tra Luffield e Woodcote! Solo per quello questo voto ci sta tutto.

Kimi Raikkonen 8Parte più che bene, manca il cordolo di curva 3 per poco ma in maniera sufficiente per colpire Lewis e prendersi la penalità. Onesto nel riconoscere l'errore, fa comunque una delle migliori gare nella sua stagione, belli i duelli che lo riportano sul podio.

Nico Hulkenberg 8Guadagna posizioni importanti al via, mantiene sempre la prima posizione dopo i top team ed il ritiro di Leclerc è un problema in meno, bravo a gestire tutti quelli dietro nelle ultime fasi dopo la safety car. Un gran bel 6° posto.

Charles Leclerc 8Era in lotta con una Renault per la prima posizione della “serie B”, cioè quella dietro i tre top team. Un gran peccato vederlo parcheggiare nella ghiaia con una ruota mal fissata dopo una delle migliori prove della sua ancor breve carriera.

Daniel Ricciardo 7Mica facile correre con i suoi ritmi con un motore bolso come il suo, nel finale ci prova anche con Bottas ma non gli si può chiedere un miracolo.

Esteban Ocon 7Una buona settima piazza, dopo un inizio di stagione complicato sta tornando a fare corse di alto livello ed infatti Perez è di nuovo dietro, sebbene il messicano ci metta del suo con l'errore al via. Sei punti importanti.

Fernando Alonso 7Si fa in quattro ed artiglia un ottavo posto che con questa macchina è tutt'altro che poco, certo se si pensa che con il motore Renault si aspettava di lottare per qualche podio...

Kevin Magnussen 7Ancora una volta la Haas non concretizza in pieno il potenziale, comunque i punti che arrivano in bacheca al team americano sono di nuovo i suoi.

 

Pierre Gasly 7Non facile ma fattibile andare a punti con un motore Honda a Silverstone, rischia con Perez nel finale ma porta a casa il sorpasso ed il punto del decimo posto.

Carlos Sainz jr 7Difficile dire se avrebbe potuto allargare un po' di più in occasione dell'incidente con Grosjean, forse sì, ma aveva comunque il diritto di traiettoria, quindi può essere assolto. Perso qualche punto.

Valtteri Bottas 6La partenza è perfetta, il ritmo con le medie idem; solo che se ti senti davvero un candidato al titolo, mica puoi perdere tre duelli su tre quando ti trovi in testa. Vero che era quello messo peggio con le gomme, ma insomma, forse ci voleva qualcosa di più.

Lance Stroll 6La sufficienza si spiega con il fatto che chiude davanti a Sirotkin, per il resto meglio stendere un velo pietoso sulla Williams di Silverstone.

Sergio Perez 5Rovina tutto al via, quando per evitare tamponamenti finisce in testacoda. Da lì deve inventarsi una rimonta con cui però non riesce a entrare nei punti.

Stoffel Vandoorne 5Si è quasi dimenticato cosa voglia dire andare a punti, visto che non entra in top ten da Baku. Altra domenica di sofferenza, anche nei confronti di Alonso.

Sergey Sirotkin 5La Fw41 è una macchina senza pretese, l'unico obbiettivo è finire davanti a Stroll, ma lo fallisce.

Romain Grosjean 4Quando alla Coopse sei all'interno ma indietro, le cose sono due: o alzi il piede e fai sfilare l'avversario, oppure affondi il colpo ma lo affondi con sicurezza, non puoi non pensare che l'avversario non chiuda. Altra gara ed altri punti gettati al vento. E dire che non era risalito male dopo le posizioni perse al via.

Marcus Ericsson 3Dai, Marcus! Mica puoi prendere curva 1 con gomme usate a Drs aperto! Rischia di farsi male davvero, per fortuna esce illeso dopo aver messo ko anche la seconda Sauber-Alfa Romeo.

Brendon Hartley s.v. (senza voto)Probabilmente ha fatto un record, almeno da quando non ci sono più le pre-qualifiche: finisce il fine settimana il sabato mattina. Non riesce a prendere parte alle qualifiche al sabato, ma neanche il via alla domenica per imprecisati problemi sulla sua Toro Rosso. Sempre peggio...


http://agroxy.com

evsyukov.kiev.ua/vedushhij-tamada-na-svadbu/

www.best-cooler.reviews/