Champions League: Atletico eliminato. Barcellona, Psg e United prime

2017-12-05 23:05:26
Pubblicato il 5 dicembre 2017 alle 23:05:26
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Piergiuseppe Pinto

Foto www.imagephotoagency.it

L'1-1 di Stamford Bridge è il risultato migliore per la Roma, prima nel girone C. Seconda, invece, il Chelsea, mentre l'Atletico è retrocesso in Europa League. Succede tutto nella ripresa: prima il palo di Filipe Luis poco prima del gol di Perotti all'Olimpico, poi il vantaggio, al 56', di Saul, che sfrutta una sponda di Torres da calcio d'angolo e, di testa, batte Courtois. Al 75', però, arriva il pareggio con un autogol di Savic, che devia nella sua porta un tiro-cross di Hazard. Un pareggio che elimina gli uomini di Simeone, comunque fuori a causa del risultato di Roma. Nel girone D, invece, il Barcellona non fa sconti e vince 2-0 contro lo Sporting Lisbona: decidono le reti di Paco Alcacer, la grande parata in area piccola di Ter Stegen su Dost l'autogol dell'ex Mathieu, che insacca involontariamente un cross di Denis Suarez.

Il primo tempo dell'Allianz Arena sembra mettere in dubbio il primato del Psg: dopo 8 minuti, Coman, da calcio d'angolo, trova di testa Lewandowski. Il polacco, solo in area piccola, controlla e batte di destro Areola. Al 37', è 2-0: Rodriguez, dalla destra, fa partire un cross trasformato nel gol del raddoppio, con un colpo di testa, da Tolisso. Il Psg è pericoloso solo con Neymar, che con il destro esalta i riflessi di Ulreich. Nella ripresa, però, al 50' i francesi accorciano le distanze: splendido tocco sotto di Cavani a cercare Mbappé, che con un'incornata firma il 2-1, che chiude il discorso primo posto. Al 69' c'è però la gioia della doppietta per Tolisso: grande azione di Coman sulla destra, che mantiene vivo un pallone e lo mette al centro, dove l'ex Lione realizza il 3-1 finale. Ottimo successo per il Bayern, ma pesa il 3-0 del Parco dei Principi, che costò la panchina ad Ancelotti: il Psg vince il girone A davanti ai tedeschi. Nell'altro match, successo ininfluente dell'Anderlecht: i belgi vincono 1-0 contro il Celtic grazie all'autogol al 62' di Simunovic, ma anche in questo caso il 3-0 dell'andata premia gli scozzesi, ai sedicesimi di Europa League.
Nel girone B, lo United rischia, ma vince 2-1 contro il Cska: parte forte la squadra di Mourinho, con Rashford che trova subito il palo dopo 3 minuti. Sul finire del primo tempo, però, i russi gelano l'Old Trafford: conclusione di Vitinho deviata involontariamente in porta dalla schiena di Dzagoev. A far passare le paure ai Red Devils, però, ci pensa la coppia Lukaku-Rashford: il belga conclude al 64' con una zampata di sinistro in area dopo un bel cross di Pogba, mentre l'inglese, dopo appena due minuti, finalizza con il sinistro un contropiede rifinito da Mata. Un successo che permette allo United di chiudere il girone B al primo posto con 15 punti. Agli ottavi ci va il Basilea, che sfrutta il ko del Cska e, vincendo 2-0 in Portogallo contro il Benfica, si qualifica insieme agli inglesi. Partita subito sbloccata dagli svizzeri con il colpo di testa, al 5', di Elyounoussi, che sfrutta un cross di Lang. Il raddoppio arriva al 65': lo firma Oberlin, che riceve una sponda di Akanji da calcio d'angolo e, in tuffo e ancora di testa, batte Svilar, regalando la qualificazione ai suoi. Il Cska, invece, dovrà accontentarsi dell'Europa League.