Milan: il punto sull'attacco

2017-08-10 13:46:48
Pubblicato il 10 agosto 2017 alle 13:46:48
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione educooopedia.info

Il Direttore Sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli è stato chiaro: "speriamo di fare l'ultimo regalo ai nostri tifosi negli ultimi 10 giorni di mercato". Non è un segreto poi che il regalo che tutti i tifosi rossoneri aspettano è una prima punta capace di regalare alla squadra almeno una quindicina di reti stagionali. E' vero che identificare e poi arrivare a un profilo del genere è tutt'altro che semplice ma non provarci in partenza sarebbe folle, soprattutto se la disponbilità economica ancora lo consente. Tanto dipende però dal playoff di Europa League che porta alla qualifica nella fase a gironi perchè metterebbe in mano a Mirabelli una carta da usare nelle trattative. Non si parla di Champions, certo, ma con una squadra del genere il Milan può ambire alla vittoria della seconda competizione europea e quindi invogliare molto un calciatore di livello. Primo pensiero stuzzicante tra tutti è Ibrahimovic. Zlatan, oltre a essere un ex tanto amato dai tifosi rossoneri, è anche uno dei detentori della coppa in questione, nonostante l'infortunio gli abbia impedito di giocare l'ambita finale e sollevare il troffeo sul campo. I nodi cruciali riguardanti lo svedese sono due: un ginocchio che andrà a posto per ottobre e un contratto molto oneroso. Il primo dei due problemi è irrisolvibile, si parla di tempi tecnici di recupero e per quanto Ibra abbia mostrato più volte di avere un fisico fuori dal comune, difficilmente sarà a pieno ritmo prima di gennaio; il secondo problema è invece aggirabile visto che la società rossonera pare avere a sua disposizione ancora un discreto ammontare e per lui non ci sarebbe da pagare nessuna spesa di trasferimento. Resta il problema numero 3, quello non detto ma di cui tutti sono a conoscenza: i difficili rapporti tra Raiola e la dirigenza del Milan dopo il caso Donnarumma, ma anche questa volta non si parla di problemi insormontabili. Più difficile la strada che porta a Diego Costa. L'attaccante è hai ferri corti col Chelsea e ha già un accordo con la sua ex squadra: l'Atletico Madrid. E' molto poco credibile che il Milan possa superare la squadra di Simeone nella corsa al giocatore ma i rossoneri hanno dimostrato di non porsi limiti in questo calciomercato, quindi nulla è da escludere a priori. Come la voce circolata in rete e che parlava di un contatto con Cristiano Ronaldo. Il portoghese è ai ferri corti con la Liga e la giustizia spagnola dopo l'accusa di evasione fiscale affibiatagli e non le ha mandate a dire nemmeno al Real Madrid, asserendo di non essere stato affatto tutelato dal club madrileno. Questa situazione potrebbe portare il pallone d'oro a scegliere un'altra destinazione, anche se è quasi impossibile crederlo. Restano più realistiche le strade che portano ad Aubameyang e Kalinic. Il primo ha detto di voler restare in Germania al Borussia Dortmund, in una città che ormai considera casa sua. Tutto vero, se non fosse che l'attaccante continua a mettere dei like "sospetti" ai post degli articoli che lo danno vicino al Milan. Un atteggiamento che non ha affato scoraggiato il club milanese che spera di riuscire a incassare un sì dal calciatore. "Sì" che è invece già arrivato da Kalinic, nonostante l'affare sia fermo. La punta è stata protagonista di un precampionato esaltante al fianco di Federico Chiesa e ha anche espresso più volte la sua volontà di trasferirsi a Milano per iniziare questa nuova avventura. Il trasferimento non si è mai concretizzato un po' per la volontà dei rossoneri di cercare una punta più versatile e un po' per la Fiorentina, che in questo mercato ha già visto partire molti dei suoi pezzi più pregiati. Insomma, il regalo promesso da Mirabelli potrebbe celarsi proprio tra questi nomi ma non è detto che non possa arrivare qualcuno anche di più inaspettato, alla fine la maggior parte dei regali sono anche delle sorprese...


https://progressive.ua

www.best-cooler.reviews/