Champions: Juventus-Olympiacos in diretta. Live

2014-11-05 08:00:00
Pubblicato il 5 novembre 2014 alle 08:00:00
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Redazione educooopedia.info

Rivivi le emozioni di Juventus-Olympiacos: cronaca, pagelle e tabellino

Tre punti d’oro conquistati allo Stadium dopo una partita pazza. La Juve vince 3-2 in casa con l’Olympiacos. Pirlo apre le danze su punizione, Botia risponde dopo tre minuti di testa. Nella ripresa, dopo l’1-2 di N’Dinga, prima un autogol di Roberto e poi Pogba fanno sorridere il mondo bianconero. Vidal sbaglia dal dischetto allo scadere. La squadra di Allegri aggancia a quota 6 gli stessi greci al termine della quarta giornata del girone A di Champions.

Difesa a quattro per la Juve con Bonucci e Chiellini centrali. Morata al posto di Llorente in attacco accanto a Tevez. I greci partono con Afellay dall’inizio al posto di Kasami, giustiziere della squadra di Allegri all’andata. L’inizio di partita è frizzante e la prima occasione arriva al 12’: destro a giro da posizione defilata di Pogba, Roberto blocca senza problemi. Quattro minuti dopo ecco una gran botta di Marchisio da fuori, però il portiere greco compie la prima bella parata della serata. La risposta della squadra di Michel con un tiro da lontanissimo di Afellay raccolto da Buffon. La Juve, allora, sblocca la gara con la solita magnifica punizione a giro di Pirlo al 21’ a scavalcare la barriera. Tre minuti più tardi, la replica dell’Olympiacos: corner da destra di Dominguez, Botìa approfitta della dormita di Chiellini e segna di testa l'1-1. Ancora, al 31’, Morata si trova a tu per tu con Roberto ma calcia sul fondo con il piatto destro: l’ultima vera occasione dei primi 45’ allo Stadium.

Nella ripresa il copione non cambia: Juve in avanti, Olympiacos pronto a partire in contropiede. Masuaku ci prova con un destro da fuori area al 54’, Buffon para sul primo palo. Due minuti dopo, Tevez serve un pallone d'oro a Vidal in contropiede, il cileno prova un assist al centro e Roberto fa il gatto per respingere la palla. Subito dopo Allegri butta nella mischia Llorente al posto di Morata. Al 61’ arriva il 2-1 a sorpresa dei greci con un colpo di testa di N’Dinga su assist di Maniatis. Ma la squadra di Allegri ribalta la partita in due minuti. Prima con un autogol rocambolesco di Roberto, dopo il rimpallo sul palo e il tocco di testa di Llorente. Poi al 66’ ecco il 3-2 di Pogba con un destro basso imparabile per il portiere dell’Olympiacos.  È, allora, il momento della girandola di cambi. All’83’ Juventus vicinissima al 4-2: Llorente schiaccia addosso a Batia e Tevez sbaglia da cinque metri. Poco dopo Pereyra s'incunea e con il destro impegna Roberto, bravo ad opporsi con la manona. Non è finita. Vidal si presenta sul dischetto allo scadere e si fa parare il tiro dal portiere dei greci, che para e manda la palla sulla traversa. Rigore concesso per un fallo di Botia su Tevez, che ha provato a mettere lo zampino anche in questa partita.

Nel prossimo turno, Juve in Svezia contro il Malmoe il 26 novembre. Ma per stasera può gioire: è ancora in corsa per la qualificazione agli ottavi di Champions.


ここに

http://best-cooler.reviews