Calcio, Mariani: "Totti ha giocato dal 2006 con otto viti nella caviglia"

Pubblicato il 10 gennaio 2018 alle 11:51:15
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Piergiuseppe Pinto

Nel 2006, Francesco Totti fu protagonista di un infortunio all'Olimpico in Roma-Empoli che mise a rischio la partecipazione dell'ex capitano giallorosso al Mondiale in Germania. Nel match con i toscani, infatti, rimediò la frattura del perone con anche la lesione capsulo-legamentosa complessa del collo del piede sinistro. Un infortunio che, fortunatamente, non precluse la sua partecipazione alla rassegna tedesca, nella quale trascinò l'Italia ai quarti di finale con il gol su rigore nel supplementare contro l'Australia, contribuendo quindi alla vittoria di quel Mondiale. 

A quasi 12 anni di distanza (il fallo di Vanigli risale a febbraio), il professor Mariani, che operò Totti, a "Il Tempo" rivela un incredibile particolare sull'attuale dirigente della squadra capitolina. "Francesco ha ancora otto viti nella gamba. Quando l'ho operato gli ho detto che dopo 7 mesi sarebbe dovuto tornare da me per rimuoverle, ma Francesco non lo fece perché aveva paura. Non è mai una bella cosa avere un pezzo di metallo nel corpo, se dovesse riavere dei traumi lì, non potrei fare una risonanza alla caviglia, dato che la presenza delle viti mi creerebbe dei problemi. Fortunatamente, adesso fa il dirigente della Roma".