Argentina, Benedetto si rompe il crociato, addio Mondiale

2017-11-20 09:41:47
Pubblicato il 20 novembre 2017 alle 09:41:47
Categoria: Notizie Nazionali
Autore: Piergiuseppe Pinto

Clamoroso quanto accaduto in ArgentinaDario Benedetto si è rotto il legamento crociato del ginocchio destro. Il gravissimo infortunio è avvenuto durante il match interno del Boca Juniors contro il Racing, perso 2-1 alla Bombonera. All'83', il classe '90 ha appoggiato in malo modo il piede, rimediando un infortunio che lo terrà fuori per molti mesi, rinunciando al Mondiale in Russia. Torna a sperare in una convocazione, quindi, Gonzalo Higuain.
Alla Bombonera, la serata parte bene: al 41', il classe '90 trova la rete su rigore che regala l'1-1 al Boca Juniors. Al 54', però, Solari firma l'1-2 finale in favore del Racing. Serata che si chiude nel peggiore dei modi all'83': Benedetto cade in malo modo sul ginocchio destro. L'attaccante esce dal campo in barella e in lacrime. A fine partita, gli esami hanno confermato le paure: rottura del crociato anteriore e stop dai 6 agli 8 mesi. Finisce, quindi, il sogno Mondiale della punta del Boca Juniors, che pur riuscendo a recuperare prima di giugno, dovrebbe ritrovare il ritmo partita e i gol per trascinare l'Albiceleste. L'ipotesi più concreta, invece, è che Sampaoli non potrà fare a meno del giocatore.

A questo punto, si riapre la corsa al Mondiale per Gonzalo Higuain. Se Mauro Icardi, soprattutto nelle ultime partite di qualificazione, ha trovato la convocazione, rientrando nel giro della Nazionale, per l'ex Napoli la presenza a Russia 2018 è tutta da conquistare. Questo weekend potrebbe essere l'inizio di una fase decisiva per il 'Pipita', in gol su rigore nella sconfitta per 3-2 della sua Juventus a Marassi contro la Sampdoria. Con anche l'attaccante nerazzurro e Sergio Aguero a disposizione del ct dei vicecampioni del mondo, all'argentino spetta il compito di riprendersi l'Albiceleste, cercando di convincere Sampaoli a suon di gol. Con un Dario Benedetto in meno sulla strada tra Russia 2018 e Gonzalo Higuain.